×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, cliccando 'Rifiuto' nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

Visualizza la ns. Informativa Estesa.

Hai rifiutato i cookies. Questa decisione è reversibile.

 

CORSO DI FORMAZIONE PER DOCENTI DEL I E II CICLO DI ISTRUZIONE

DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO: STRUMENTI PER L'ORGANIZZAZIONE

E LA PRATICA DIDATTICA INCLUSIVA

La presa in carico globale e la rete integrata di servizi

  

Il corso è riservato ad un numero massimo di 70 docenti.
È possibile iscriversi esclusivamente attraverso la piattaforma SOFIA, richiamando dal catalogo il corso identificato con il codice ID35131 

Il corso intende fornire ai docenti un'adeguata formazione dal punto di vista organizzativo e pedagogico- didattico, finalizzata all'inclusione di bambini e adolescenti con autismo nonché specifici strumenti di intervento nella pratica didattica. Il piano di azione nei confronti delle persone con Disturbo dello Spettro Autistico (Linee di indirizzo, 2018; Legge 2015) prevede, oltre alla diagnosi tempestiva, la presa in carico globale, una rete integrata di servizi - sociosanitari ed educativi -, un approccio multidisciplinare e un intervento abilitativo, strutturato ed individualizzato. Per contribuire al miglioramento della qualità della vita dei propri studenti con Disturbo dello Spettro Autistico, ogni singola Istituzione deve operare `in rete' ed intervenite a livello sistemico, dentro e fuori la classe. A tale scopo, gli obiettivi specifici del corso mirano ad offrire conoscenze comparative ed aggiornate delle principali teorie e questioni emerse, nell'ultimo decennio.

Obiettivi

  • Promuovere la cultura dell'inclusione sistemica degli studenti autistici.

  • Definire linee d'azione e strategie metodologico-didattiche efficaci all'interno di un Piano Educativo

    Individualizzato orientato al Progetto di Vita;

  • Raccordare la programmazione individualizzata con l'attività della classe in una prospettiva

    inclusiva.

  • Supportare i docenti nella progettazione, realizzazione e valutazione degli interventi di inclusione di

    bambini ed adolescenti autistici

    Mappatura delle competenze

  • Saper individuare elementi e processi del modello sistemico di inclusione dello studente con Disturbo dello Spettro Autistico

  • Saper elaborare e utilizzare strumenti di progettazione e valutazione dei processi di inclusione degli studenti con autismo

  • Saper elaborare e utilizzare strumenti di intervento didattico per studenti autistici
    Il Corso ha la durata complessiva di 25 ore, di cui 18 di lezioni partecipate, laboratorio e

    convegno conclusivo e 7 di lavoro individuale. Verrà rilasciato Attestato.

    Prevede Attività in presenza /Lavoro collaborativo/ Ricerca in Rete/ Documentazione/ Studio individuale.

    Gli incontri e il Convegno conclusivo si svolgeranno presso l’IPSSEOA De Cecco, via dei Sabini 53, Pescara, in orario pomeridiano.

PROGRAMMA DEL CORSO

MOD 1: COME È DEFINITO L’AUTISMO NEL DSM 5  -  7 ottobre '19

Lezione partecipata - 3 ORE -dalle 15.00 alle 18.00

Relatori:
- Dott. R. Cerbo - Direttore Unità Neuropsichiatria ASL Pescara
- Dott.ssa M. Foresta - Neuropsichiatra infantile presso U.O.C. Neuropsichiatria Infantile- Pe

  • I Disturbi dello spettro autistico autismo nel DSM 5 (ICD-11) come Disturbi del Neurosviluppo. Lettura e commento dei codici.

  • Disturbi dello spettro autistico: caratteristiche e stili di apprendimento

  • Il Progetto “EV.A: dall’età evolutiva all’età adulta: percorsi diagnostici, terapeutici, assistenziali ed

    educativi in fase di transizione”.

    MOD 2: DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO DOMANDE E RISPOSTE  - 16 ottobre '19

    Lezioni partecipata - 4 ORE- dalle 15.00 alle 19.00

    Relatori:

- Dott.ssa Rita Centra - Psicologa con specializzazione in Psicoterapia Sistemico- Relazionale

  • Strategie didattico educative efficaci

  • Strategie per migliorare le capacità comunicative

  • Comportamenti problema: come gestirli

    MOD 3: METODI E APPROCCI - LA PRESA IN CARICO GLOBALE  - 18 ottobre '19

    Lezione partecipata e labortorio- 4 ORE – dalle 15.00 alle 19.00

    Relatori:

    - Dott.ssa E. Scandurra - Psicologa- Ass. “ALBA- Liberi dall’AUTISMO” onlus
    -Dott.ssa R. Papagno - Psicologa Clinica- specializzata in Psicologia relazionale- Ass. “ DIVERSIUGUALI”

  • Il metodo ABA

  • Il metodo TEACCH

  • L’intervento nel gruppo

    Gli allievi con autismo frequentano regolarmente la scuola e sono seguiti dall'insegnante di sostegno e da educatori o assistenti. Il trattamento efficace dell'autismo non è semplice e tra i terapisti, le "scuole di 

    pensiero" cognitiviste e comportamentiste non sono univoche. Nei casi di basso funzionamento, si ritiene che il trattamento più efficace sia l'Applied Behavior Analysis (ABA), cioè l'analisi comportamentale

    applicata per la modifica dei comportamenti sociali. Nei casi complessi di alto funzionamento, invece si tende a valorizzare anche specificità mentali, percettive e sensoriali, e la diversità individuale.

    Uno degli approcci didattici più diffusi per l'insegnamento è il programma evolutivo e psicoeducativoTEACCH, che pone al centro la strutturazione spazio-temporale. Altri approcci si concentrano invece sui deficit, sulla necessità di routine o sulla comunicazione facilitata ed oggi si parla anche di approcci neocomportamentali. Il panorama dei metodi e dei modelli è ampio, come emerge dalle Linee Guida per l'Autismo della Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

    Laboratorio: Condivisione di strumenti di progettazione ed intervento didattico per gli studenti con autismo. L’autismo nell’ICF-10: lettura e commento dei codici

    Tutor d’aula: Prof.sse A. Di Giovanni, S. Scorrano- Referenti Formazione Docenti IPSSEOA “F. De Cecco”

    MOD 4: LA RETE INTEGRATA  -  23 ottobre '19

    Lezioni partecipata e laboratorio - 4 ORE - dalle 15.00 alle 19.00

    Relatori:

    -Dott.ssa A. Portinari - Presidente ANGSA Abruzzo onlus

    -Dott.ssa G. Scarciglia - Terapista riabilitazione presso U.O.C. Neuropsichiatria Infantile- Pescara

    - Dott.ssa S. Poliziani - Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica presso U.O.C. Neuropsichiatria Infantile- Pescara

    -Dott.ssa G. Coppola - Psicologa e Psicoterapeuta - ANGSA Abruzzo onlus
    -Dott.ssa Germana Sorge - FederAutismo - Presidente Fondazione “Il Cireneo” onlus

    • Linee d’indirizzo 2018

    Gli insegnanti di sostegno sono dotati di un titolo di specializzazione polivalente, che però non comprende un percorso di studi specifico per il trattamento dell'autismo. Spesso ci si appella alla loro buona volontà, allo studio personale o alle competenze/esperienze maturate nel tempo. Sarebbe auspicabile porre la dovuta attenzione anche ai suggerimenti dei genitori e dei terapisti, in modo da contribuire efficacemente al trattamento. La parola d'ordine, mai come in questo caso, è sinergia.

    Laboratorio: I corsisti saranno impegnati nella realizzazione di un questionario rivolto alle famiglie e di una brochure con i riferimenti di tutte le associazioni che si occupano dei soggetti con disturbo dello spettro autistico-Lettura e commento della normativa di riferimento.

    Tutor d’aula: Prof.sse A. Di Giovanni, S. Scorrano - Referenti Formazione Docenti IPSSEOA “F. De Cecco”